Approfondimenti

Allevare anemoni in acquario – Entacmaea Quadricolor

Introduzione

L’ è senza dubbio uno degli anemoni di mare più robusti e facili da allevare in acquario. Capace di regalare grandi soddisfazioni all’acquariofilo, l’anemone a bulbi si caratterizza per le fluorescenze che si estendono verso le estremità dei suoi tentacoli.

Entacmaea Quadricolor
Entacmaea Quadricolor

Allevamento

Necessita di un po’ di tempo per trovare la giusta posizione in vasca, vagando alla ricerca del giusto equilibrio tra movimento dell’acqua e intensità della luce. Una volta individuata la posizione definitiva si ancora alle rocce per il tramite di un disco adesivo detto piede, schiudendo il suo meraviglioso disco orale ed estroflettendo i suoi tentacoli ricoperti da cellule urticanti (dette cnidoblasti).

Solitamente preferiscono collocarsi in prossimità di sporgenze, mantenendo il piede all’ombra e i tentacoli in balia delle correnti.

La forma dei tentacoli di questo anemone è una delle sue caratteristiche più spettacolari e peculiari. I tentacoli possono gonfiarsi per formare un attraente bulbo o un ingrandimento a forma di pera appena sotto la punta. Da qui i nomi comuni Anemone a bulbi o Anemone a bolle. I tentacoli possono tuttavia non presentare questo caratteristico rigonfiamento, ma le osservazioni empiriche di numerosi acquariofili suggerirebbero che la presenza di un pesce pagliaccio e un’illuminazione non intensa, possano far innescare tale condizione.

La relazione simbiotica tra il pagliaccio e l’anemone, che soventemente è possibile ammirare anche in acquario, è uno degli aspetti più affascinanti del mantenimento di questo incredibile Actiniidae.

Entacmaea Quadricolor
La mia vasca interamente dedicata all’allevamento dell’entacmaea quadricolor

Personalmente non alimento quasi mai le mie anemoni in modo diretto, benché i più consiglino di nutrirle con gamberi freschi crudi, vongole e cozze sminuzzate.

Per quanto riguarda la qualità dell’acqua, il segreto è la stabilità! Raggiungere una densità intorno ai 1.023-1.025 e mantenere stabile i parametri tramite i cambi parziali d’acqua rappresentano gli unici accorgimenti da adottare per l’allevamento.

Conclusioni

Personalmente ritengo la quadricolor un animale ideale per un acquario di barriera di comunità, anche in virtù della sua ottima compatibilità con altri invertebrati e pesci di tutte le taglie, ma suggerisco di realizzare una vasca specifica e a lei interamente dedicata per apprezzare al meglio le sue peculiarità.

Entacmaea Quadricolor
I miei acquari

Sono invece assolutamente da evitare coesistenze con animali piccoli e lenti (tipo ippocampi) che potrebbero venire catturati e mangiati, cosa, che però non succede mai se la quadricolor ospita i pagliacci, che allontanano gli altri pesci.

Buon reefing!

Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
RSS
Tags
Mostra altro

Luca Langiu

Ho conseguito una laurea in Scienze Politiche, ma ho intrapreso la carriera di imprenditore. Le mie più grandi passioni sono l'acquariofilia, la tecnologia e la musica. Adoro scoprire le meraviglie dei reef e vivo in Sardegna, un paradiso dal quale non potrei mai separarmi. Il mio desiderio è sempre stato quello di curare un blog sull'acquariofilia marina, perché ritengo che la condivisione di conoscenze e informazioni sia la base della nostra passione. Forte della mia conoscenza tecnica e pratica, unita agli studi e agli approfondimenti teorici, ho deciso di guidare il lettore in un’esperienza formativa alternativa, autentica e personale, che getta le basi sul crono-racconto della mia quotidianità “acquariofila”. La sensibilizzazione del lettore a tematiche relative alla tutela dell’ambiente marino-costiero, alle fonti di inquinamento marino, alla sostenibilità ambientale, al capitale naturale e al rispetto per gli animali, è stuzzicata e sollecitata costantemente in ogni mia trattazione.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Close
Back to top button

Close
Close