Euplica Versicolor

Euplica Versicolor

26 Maggio 2019 0 Di Luca Langiu

Introduzione

Il piccolo columbellidae Euplica versicolor è un mollusco comune negli acquari marini di barriera. Esiste una certa confusione tassonomica su questa lumaca, poiché si differenzia dalle specie Euplica principalmente per le dimensioni, risultando infatti più lunga.

La famiglia Columbellidae comprende svariati generi, che per la maggior parte si nutrono di alghe e/o spugne. Diverse specie del genere Euplica sono regolarmente presenti in commercio, tuttavia come co-importazione casuale, a volte anche per mezzo di masse ovariche, che aderiscono alle rocce coralline per poi continuare lo sviluppo in acquario. Dato che si riproducono senza problemi facendo aderire le masse di uova ai vetri e alle rocce e producendo giovani lumache, rappresentano gli erbivori ideali per un acquario di barriera, anche quando, vista la loro minuscola dimensione corporea, possono controllare soltanto una parte dello sviluppo algale. La più frequente è Euplica scripta, lunga 15 mm, che nella letteratura acquariofila di regola viene citata con il sinonimo Euplica versicolor. Saltuariamente si osservano anche altre specie di questo genere, come E. varians, che con circa 9 mm rimane più piccola.

Caratteristiche fisiche

Questa piccola lumaca presenta un guscio calcareo affusolato lungo al massimo 15-16 mm, dalle colorazioni e disegni estremamente variabili. Possiede un piede (corpo) di colore rossiccio e un sifone, una sorta di proboscide, che rappresenta una estroflessione/prolungamento dell’apertura respiratoria.

Habitat naturale

E’ ampiamente diffusa in tutte le aree marine tropicali.

Vita in acquario

In generale una forte pressione da parte di pesci alghivori può limitarne la riproduzione, non solo per la concorrenza nutrizionale, ma anche perché i giovani esemplari possono essere involontariamente ingeriti. I labridi e altri predatori di piccoli molluschi, le cercano in modo mirato.

Euplica versicolor

Euplica versicolor

Riproduzione

Si moltiplica in acquario molto facilmente. In natura depone le piccole uova, solitamente 10-20, sulle alghe. Da queste, senza uno stadio larvale, si sviluppano delle piccole lumache con guscio che si allontanano dal luogo dove sono sgusciate. In acquario per la deposizione delle uova prediligono i vetri puliti, dove è possibile osservarne con facilità lo sviluppo per mezzo di una lente di ingrandimento. Per una abbondante riproduzione di queste lumache è consigliabile limitare la moltiplicazione delle piccole stelle marine del genere Asterina e simili (Diasterina, Nepanthia). Quest’ultime, infatti, per via della concorrenza alimentare, limitano la moltiplicazione delle lumache.

Alimentazione

Questa piccola lumaca elimina le alghe in maniera eccezionale. Certo, per via delle ridotte dimensioni, possono cibarsi di quantità minime, pertanto non aspettatevi miracoli nella lotta alle alghe. Ci vorrebbe un esercito composto da diverse centinaia di esemplari per sperare in un’influenza significativa sul mantenimento di un acquario, ma si moltiplica velocemente ed è pertanto in grado di creare una dinamica popolazione di erbivori, capace di adattarsi autonomamente alla disponibilità di nutrimento.

Condividi la tua esperienza

Hai esperienza con questo mollusco? Lascia un commento qui sotto e facci sapere cosa ne pensi.

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us